7.8 C
Roma
venerdì 21 Gennaio 2022
- Advertisement -

Come tutelare la tua Privacy su Facebook? Alcuni consigli.

Fin dalla sua nascita, avvolta tra mistero, leggenda e battaglie legali, Facebook è il social network più discusso al mondo, e chissà se nel lontano 2004 (anno di lancio), Mark Zuckerberg e compagni, avessero anche solo immaginato di raggiunge un numero così elevato di utenti tutt’ora in continua crescita. Attualmente si contano nel mondo 2 miliardi di utenti attivi al mese, di cui 30 milioni solamente in Italia.

Come tutti i fruitori del social sanno, le relazioni tra gli utenti sono rappresentate dalle “amicizie”, mentre le relazioni tra utenti ed altre entità sono rappresentate dai “mi piace”.

Ogni utente può avere fino a 5000 amicizie e può interagire con Pagine e contenuti degli amici lasciando il proprio “mi piace”. Ma ogni azione esercitata sul social network viene registrata e divulgata agli utenti autorizzati a vedere l’azione stessa. Se un utente pubblica un post, quindi, sa che il contenuto stesso sarà leggibile da chiunque, nel caso in cui si scelga una visibilità “pubblica”, dai propri amici, dagli amici dei propri amici, da specifici utenti o da specifiche liste di contatti.

Molto spesso però non si interagisce con la libertà che si vorrebbe per timore che un utente indesiderato veda il post, per esempio nel caso di “profili lavorativi sensibili” che necessariamente devono mantenere scollegata la vita quotidiana da quella professionale, oppure perché tra le amicizie si ha un famigliare o un amico “scomodo” con il quale non si vogliono condividere le nostre azioni sul social.

Senza ricorrere alla drastica opzione del “bloccare” l’utente indesiderato o non accettare la sua richiesta di amicizia, che a volte risulta difficile perché potrebbe intaccare la relazione con la suddetta persona, si può ricorrere a semplici opzioni che Facebook propone per risolvere questo problema.

1 – Impostare la privacy dei propri post su Facebook

La prima azione da effettuare è quella di controllare attentamente le informazioni personali visibili sul proprio profilo e di nascondere quelle che si ritengono più importanti dagli occhi dei non amici, spuntando le opzioni: Tutti, Amici, Solo io ed infine Amici tranne

2 – Liste di Amici

Scegliendo l’opzione Amici tranne… si ha la possibilità di selezionare delle liste di utenti, precedentemente preparate, alla quale si vuole nascondere oppure rendere unici visualizzatori delle proprie azioni su Facebook. Per Creare liste di amici si seleziona la voce Modifica amici, che si trova nella tendina del pulsante Account collocato in alto a destra, si prosegue su Crea una lista e si digitano i nomi che si vogliono assegnare alla lista (es. persone da bloccare).

3 – I tag sul Diario

Quanto alla pubblicazione automatica sul diario dei post e delle foto in cui si viene taggati, per vietarla si può selezionare la voce Diario e aggiunta di tag dalla barra laterale di sinistra e impostare l’opzione Vuoi controllare i post in cui ti taggano gli amici prima che vengano visualizzati sul tuo diario? su Sì e Chi può scrivere sul tuo diario? su Solo io. Così facendo, si vieterà la pubblicazione di qualsiasi post da parte di terzi sul proprio profilo e una volta visualizzati decidere se renderli pubblici o meno.

4 – Essere trovati su Facebook

Un altro buon modo per tutelare la privacy su Facebook è vietare che le altre persone possano trovarvi nelle ricerche online. Queste opzioni si possono trovare nelle Impostazioni sotto la voce Privacy, dove si può scegliere da chi essere cercati e se si vuole che gli altri motori di ricerca rimandino al proprio Diario.

Questi sono solo alcuni semplici consigli base su come impostare la Privacy del proprio profilo Facebook, ma una cosa da tenere in conto è che le azioni effettuate sul social, anche se passate, infatti basta un semplice “mi piace” su una vecchia foto per renderla di nuovo visibile agli Amici di Facebook, che potrebbero adesso far parte di una nostra nuova lista dei “non graditi”, ma ancora più importante è che anche impostando le massime misure di Privacy, bisogna ricordarsi che gli utenti non hanno smesso di parlare tra loro al fuori dei social e che quindi molto spesso si viene a conoscenza delle nostre azioni scomode su Facebook dagli Amici stessi, con un semplice e mai passato di moda “passaparola”.

A cura di Cristina Re

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisement -
- Advertisement -

Articoli Correlati

- Advertisement -