11.2 C
Roma
lunedì 23 Novembre 2020
- Advertisement -

Consigli per la quarantena: film, serie tv, libri e fumetti di sport

Podcast di Lilli Cor
Podcast di Lilli Cor

 

Visto che siamo in tempo di quarantena e su social e siti vari impazzano consigli di film, libri e via dicendo, ci sentiamo anche noi di dare i nostri suggerimenti, assolutamente non richiesti, in tema di opere che parlano di sport.

 

Film

Il maledetto United

Avete mai sentito parlare del Nottingham Forest che ha vinto la Coppa dei Campioni? Ecco, questo film, tratto dall’omonimo romanzo di David Peace, parla dell’allenatore di quella squadra, ma non delle sue gesta nella terra che fu di Robin Hood, bensì di quando fu esonerato dopo solo 44 giorni dal Leeds United, una delle migliori squadre inglesi fra gli anni ’60 e ’70. Alcool, fumo e un carattere a dir poco irriverente ne hanno fatto un’icona di quel periodo; capace di vincere solo con squadre di seconda fascia, grazie anche al fido Peter Taylor saprà prendersi la rivincita su tutto l’establishment del calcio. Un consiglio: prima guardate il film, poi leggete il libro. Sarà ancora più bello.

Il maledetto United

Febbre a 90°

Anche qui un film tratto da un libro. Il protagonista Paul insegna letteratura ed è un tifoso sfegatato dell’Arsenal che nel 1988/89, dopo svariati anni, si ritrova a lottare per il campionato. Nel mentre instaura una relazione con una collega, ma anche il loro rapporto risentirà della fase finale di stagione. Anche in questo caso il consiglio è di guardare prima il film. Ultima nota di servizio: fate particolare attenzione a Steve, amico di Paul. Un personaggio.

Jimmy Grimble

Jimmy è un ragazzino di Manchester a cui sembrano andare tutte storte: vive una situazione familiare complicata, a scuola viene continuamente bullizzato, tifa Manchester City negli anni in cui, sull’altra sponda, Beckham e compagni alzano trofei a raffica. Tuttavia, grazie al suo talento calcistico e a un paio di vecchie scarpe, riuscirà a coronare il sogno di entrare nelle giovanili della sua squadra del cuore. Chiunque abbia giocato a calcio, almeno una volta, ha sognato di essere come lui.

Moneyball – L’arte di vincere

Siamo all’alba del nuovo millennio e Billy Beane è il general manager degli Oakland Athletics, la franchigia di baseball con il budget più basso della lega. Per riuscire ad essere comunque competitivo decide di ingaggiare un timido neolaureato in economia, il quale gli propone di costruire una squadra basandosi sulle statistiche dei giocatori. Contro tutto e contro tutti arriveranno ai play-off: non vinceranno le World Series, ma cambieranno per sempre il modo di concepire uno sport.

Miracle

Qualche settimana fa si sono celebrati i 40 anni della medaglia d’oro del team USA nel torneo olimpico di hockey su ghiaccio a Lake Placid, nel 1980. Il film ci narra di come Herb Brooks, il coach, seppe plasmare una team di studenti universitari e condurli alla vittoria contro l’URSS, vincitrice delle 4 precedenti edizioni del torneo. Anche qui, un consiglio: godetevi il discorso finale.

Rush

Formula 1, anni ’70. Ho detto tutto. Battute a parte, il focus non è la storia in sé, forse troppo esasperata nella rivalità fra Lauda e Hunt, ma il contesto che viene ricostruito alla perfezione: motori ruggenti, belle donne e un’atmosfera frizzante, condita peraltro dalle stravaganze di personaggi che animavano un ambiente non ancora così snob come adesso.

Rush

Serie tv

All or nothing: Manchester City

Format inedito fino a qualche anno fa, grazie a questa serie abbiamo la possibilità di rivivere dall’interno la stagione dei record per gli Sky Blues (2017/18) culminata con la conquista del campionato. Il protagonista è ovviamente l’allenatore Pep Guardiola: il suo modo di rapportarsi con giocatori, società e uomini del suo staff ci consente di entrare nella testa di colui che, più di tutti, ha cambiato il calcio contemporaneo.

Sunderland ‘Til I Die

Quello che doveva essere il racconto della pronta risalita in Premier League dopo l’amara retrocessione della stagione precedente, si trasforma in un ulteriore dramma sportivo per una città dove, oltre al calcio, c’è ben poco altro. Cambi di allenatore, infortuni e scarsa disponibilità economica porteranno il club in terza divisione. Nonostante ciò, la serie ha avuto talmente tanto seguito che, a breve, uscirà la seconda stagione.

 

Libri

Il maledetto United

Se il film vi è piaciuto, buttatevi sul libro senza indugio. Ritmo incalzante e racconto in seconda persona vi faranno sentire come Brian Clough: un figlio della working class, smaccatamente laburista, in lotta con il mondo intero. Il ritratto che esce dalla penna di David Peace sembra quello di un poeta maledetto, capace di trovare la pace solo di fronte ad imprese ardue. Una frase racchiude la sua filosofia: “Roma non è stata costruita in un giorno perché io non ero lì”.

Red or dead

Sempre lo scrittore inglese David Peace ci propone un’altra biografia di tutto rispetto: Bill Shankly. Ai più questo nome non dice niente, ma se oggi il Liverpool è uno dei club più vincenti della storia europea lo deve proprio a lui. Chiamato nel 1959 per risollevare le sorti del club, all’ora in seconda divisone, vi rimarrà fino al 1974. Se Clough è stato genio e sregolatezza, Shankly è meticolosità e lavoro quotidiano. La narrazione segue questo ritmo ripetitivo, quasi noioso, come a far intendere che il buon Bill ce ne ha impiegato di tempo e soprattutto lavoro per instillare quella mentalità che, negli anni, ha poi permesso ai Reds di dominare in Europa.

Febbre a 90°

Quest’opera di Nick Hornby ormai è un cult, tanto che le feste a tema anni ’90 nei locali si chiamano così. In realtà con quel periodo ci incastra poco o niente, perché l’autore racconta diversi episodi fra il 1968 e il 1992 in cui la sua passione per l’Arsenal si intreccia con la vita privata. Insomma, non solo calcio.

Il mio anno preferito

Sempre Nick Hornby ci regala uno spaccato del calcio britannico, raccogliendo i racconti di svariati personaggi e del loro ricordo di una particolare stagione legata alla squadra del cuore. Si passa così dalle lotte scudetto ad anonimi campionati nelle categorie di mezzo, da annate che capitano una volta nella vita, a concreti rischi di fallimento. Ciò che ne esce sono una serie di aneddoti divertenti, utili a conoscere diversi club e luoghi del calcio d’oltremanica.

Nick Hornby

Ovalia. Dizionario erotico della palla ovale

Per gli amanti del rugby, ma anche per chi vorrebbe conoscerlo più a fondo, proponiamo questo libro di Marco Pastonesi che ripercorre dalla A alla Z regole, episodi, gesta di grandi campioni e stravaganze di rugbisti di provincia. Il tutto senza prendersi troppo sul serio, come fossimo durante il terzo tempo. Quando arrivate alla lettera C soffermatevi sui racconti delle varie edizioni della Coppa del Mondo: su Youtube potrete anche ascoltarli direttamente dalla voce del narratore.

Calcio totale

Un impiegato qualunque che viaggia per motivi di lavoro e capita in Olanda proprio quando il gioco del calcio sta per vivere la sua più grande rivoluzione: Arrigo Sacchi. Dai campi polverosi della terza categoria romagnola alle cattedrali europee per eccellenza, con un mantra fisso in testa: vincere, convincere, divertire. Il profeta di Fusignano si racconta a distanza di anni, ma dalle righe traspare ancora una profonda convinzione nel suo credo. Dai metodi di allenamento, all’ansia che lo ha sempre accompagnato e gli ha fatto chiudere la carriera anzitempo, Sacchi ci svela i suoi segreti, parlando anche delle sue sconfitte più brucianti. Il risultato finale è il ritratto di un uomo all’apparenza tranquillo, ma a cui in realtà non manca affatto la tipica grinta romagnola.

Calciatori di sinistra

Il titolo parla da solo. Ragazzi e uomini che hanno visto nel calcio un mezzo per esprimere le proprie idee. Da chi non ha battuto ciglio davanti a potenti personaggi politici, a chi ha condotto una vita tranquilla senza dimenticare le proprie umili origini, a chi non si è mai dimenticato degli ultimi. Tante storie, fra episodi inediti e personalità insospettabili, tenute insieme dallo stile diretto dell’autore, Quique Peinado. Nella versione italiana, seguite il consiglio contenuto nella prefazione: il capitolo su Sòcrates lasciatevelo per ultimo.

Calciatori di sinistra

Fumetti

Les rugbymen

Fortunata serie francese che ha per protagonisti i giocatori di una strampalata squadra di rugby di una cittadina pirenaica, racchiude in sé tutti gli stereotipi legati ai vari ruoli ricoperti in campo. Un’opera divertente, non così lontana da tante realtà della nostra provincia.

Off topic

Asterix

Lo sappiamo, non c’entra nulla con questa rassegna, ma qualche giorno fa ci ha lasciati Albert Uderzo, il disegnatore di Asterix. Visto che l’autore di questo articolo è un fan del piccolo gallo, era doveroso consigliarvi qualche sorso di pozione magica e una bella scorpacciata di Romani, giusto per farvi trovare pronti quando questa quarantena finirà.

Asterix


A cura di Guido Venturini

Guido Venturini
Guido Venturini
Nato a Firenze nel 1993, sono cresciuto fra la provincia fiorentina e quella parte di Appennino a cavallo della Linea Gotica. Inevitabilmente appassionato di storia, amo gli sport motoristici e il ciclismo (insomma, basta che ci siano delle ruote che girano). A tempo perso ho anche preso una laurea in Economia e lavoro per una società di revisione contabile.

Il sogno di Vettel: addio trionfale in Ferrari e fuga in Mercedes?

È di ormai un mese fa la notizia che Sebastian Vettel e la Ferrari si separeranno a fine 2020. Una voce che nel paddock...

Consigli per la quarantena: film, serie tv, libri e fumetti di sport

  Visto che siamo in tempo di quarantena e su social e siti vari impazzano consigli di film, libri e via dicendo, ci sentiamo anche...

I ricordi più belli di Jorge Lorenzo, un pilota che si è ritirato troppo presto

Jorge Lorenzo ha deciso di dire basta. Troppe delusioni, troppi infortuni, troppo lontano dai suoi pari per andare avanti, nonostante avesse ancora un anno...

Il sogno di Vettel: addio trionfale in Ferrari e fuga in Mercedes?

È di ormai un mese fa la notizia che Sebastian Vettel e la Ferrari si separeranno a fine 2020. Una voce che nel paddock...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisement -
- Advertisement -

Articoli Correlati

- Advertisement -