Mai sentito parlare di Tourisma? Si tratta del Salone Internazionale dell’Archeologia che si tiene ogni anno al Palazzo dei Congressi di Firenze. Durante questa quinta edizione è stata presentata, come evento unico nel suo genere, Tutankhamon: viaggio verso l’eternità.

La mostra, a cura di Guidotti e Barile, è reduce da un tour di due anni  in Messico, Stati Uniti, America del Sud e nelle principali città italiane ed europee, dove ha riscosso un notevole successo. Approdata a Firenze, ha trovato un allestimento in grande stile nel Salone delle Carrozze di Palazzo Medici Riccardi, dove sarà possibile visitarla dal 15/02/2020 al 02/06/2020.

 

La tomba di Tutankhamon e il suo tesoro

La mostra si compone di copie realizzate alla perfezione del tesoro di Tutankhamon, che si trova a Il Cairo, in Egitto. Ma non solo. Lo scopo dell’esposizione è anche quello di mostrare quale fosse il corredo delle persone normali, quindi oggetti di uso funerario e di vita quotidiana.

Articolato in 3 sezioni principali, l’itinerario espositivo prende il via dall’esibizione di alcune copie dei pezzi più belli rinvenuti all’interno della camera funeraria della tomba del “faraone bambino”, Tutankhamon. Si tratta della sola tomba faraonica ad esser stata ritrovata intatta e quindi l’unica ad aver consentito agli studiosi di intuire la portata del corredo funebre dei “Signori della civiltà della terra del Nilo”. L’attrazione centrale della mostra è proprio la tomba stessa di Tutankhamon, scoperta nel 1922. Ma com’è possibile osservarla stando a Firenze? L’egittologa Avanzo ha spiegato:

Entrando nella tomba di Tutankhamon che abbiamo ricostruito si respira un fascino sospeso, come se fossimo accolti anche noi nell’aldilà del sovrano. Sono sicura che per i visitatori sarà un viaggio incredibile.

 

La mostra

Si prosegue poi con reperti originali provenienti dalla Sezione Egizia del Museo Archeologico Nazionale di Firenze, come la celebre riproduzione dello studio di Thutmose, il busto scolpito in omaggio alla regina Nefertiti o la stele per Horbes. La terza sezione è rappresentata invece dalla realtà virtuale prodotta da La macchina del tempo di Bologna.

L’iniziativa è organizzata dalla Società italiana Discovery Time S.r.l., in cooperazione con il Ministero delle Antichità de Il Cairo e conta in totale 100 repliche di monili inseriti nell’immenso tesoro che doveva accompagnare il giovane faraone nel viaggio verso il Regno di Osiride e 100 pezzi originali del museo archeologico fiorentino.


A cura di Azzurra Tasselli

The following two tabs change content below.
Azzurra Tasselli

Azzurra Tasselli

Mi presento: mi chiamo Tasselli Azzurra, ho un diploma Magistrale conseguito alla Giovanni Pascoli, dove ho frequentato per 5 anni il liceo socio-psico-pedagogico. Dopodichè mi sono laureata in Filosofia, indirizzo Filosofia Morale, al Pellegrino in via Bolognese (facoltà di Lettere e Filosofia, Dipartimento di Filosofia, Università degli Studi di Firenze). Attualmente lavoro al C.S.E Il Totem e alla biblioteca delle Oblate a titolo di inserimento socio-terapeutico.
author

Azzurra Tasselli

Mi presento: mi chiamo Tasselli Azzurra, ho un diploma Magistrale conseguito alla Giovanni Pascoli, dove ho frequentato per 5 anni il liceo socio-psico-pedagogico. Dopodichè mi sono laureata in Filosofia, indirizzo Filosofia Morale, al Pellegrino in via Bolognese (facoltà di Lettere e Filosofia, Dipartimento di Filosofia, Università degli Studi di Firenze). Attualmente lavoro al C.S.E Il Totem e alla biblioteca delle Oblate a titolo di inserimento socio-terapeutico.
2 Comments

2 Comments

  • Avatar

    Federico

    9 Maggio 2020 - 11:57

    Scusatemi tanto.
    Voi il 9 maggio 2020, fate promozione di un evento presentato a febbraio e che, visto il Covid-19 non si sa se sarà mai più visitabile???

    • Tomorrow

      Tomorrow

      9 Maggio 2020 - 12:07

      Caro Federico. La speranza è sempre l’ultima a morire! Nel caso ci fosse una riapertura, ci auspichiamo che i lettori siano spinti a visitare la mostra dopo aver letto il nostro articolo. In caso contrario, saremo stati lieti di aver fornito qualche dettaglio e curiosità in più su quest’evento comunque del tutto peculiare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *