11.8 C
Roma
mercoledì 8 Dicembre 2021
- Advertisement -

Intervista a I TOB: giovane band musicale emergente

Quanto è difficile essere una giovane band nell’industria musicale di oggi?

Sicuramente la situazione Covid ha aggravato il tutto, ma anche prima le cose non erano affatto semplici. La passione per la musica non basta: a questa si deve aggiungere il talento (se non per sfondare almeno per rimanere “dentro” il buisness musicale) e un pizzico di…fortuna.

I TOB, i cui membri sono Simone Bracci, Federico Barghini e Lorenzo Greco, stanno tentando di farsi spazio in un mondo sempre più complesso e saturo di personalità. La mancanza dei live, del calore delle persone e di quella sensazione di immortalità, purtroppo, inizia a gravare sui musicisti ormai da un anno. In un tempo che sembra incastrato in un gigantesco loop, parlare di musica è la chiave per l’evasione del pensiero (unico strumento concesso per “viaggiare”), ma qual è il prezzo da pagare per stimolare tutto ciò?

La mia intervista ai TOB sarà una sorta di viaggio introspettivo: come una lente di ingrandimento parleremo nel neonato lavoro della band, “Untitled”, delle influenze entrate in gioco in questo lavoro e del valore musica.

 

A cura di Francesca Faelli

Francesca Faelli
Ciao a tutti! Mi chiamo Francesca ho 23 anni e abito in piccolo paesino nella provincia di Arezzo. Mi sono laureata da poco nella Facoltà di Scienze Politiche a Firenze, e sempre lì sto continuando con la magistrale in Strategie della comunicazione pubblica e politica, nella speranza di diventare giornalista un giorno. Mi piace molto leggere, viaggiare, ascoltare del buon rock e ricopro anche la carica di Consigliere Comunale, in rappresentanza di una lista ambientalista, nel mio comune di residenza.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisement -
- Advertisement -

Articoli Correlati

- Advertisement -