14.7 C
Roma
domenica 1 Novembre 2020
- Advertisement -
Home Privacy Policy

Privacy Policy

INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

Sulla base di quanto previsto dall’art. 13 del Regolamento Generale sulla protezione dei dati (qui di seguito, GDPR (1), TomorrowNews.it in qualità di titolare del trattamento, La informa che i dati personali da Lei forniti ai fini della richiesta di informazioni saranno trattati per esclusive finalità di gestione della richiesta effettuata, nel rispetto dei Suoi diritti e delle libertà fondamentali.

I Suoi dati saranno trattati dal titolare, che è responsabile del trattamento.

Il trattamento avverrà con l’ausilio di apparecchiature elettroniche, nel pieno rispetto dei principi dettati dal GDPR, anche relativamente alla adozione delle misure adeguate a garantire la sicurezza, la protezione e la riservatezza dei Suoi dati personali. 

Il conferimento dei dati personali non è obbligatorio, ma in suo difetto non sarà possibile dare seguito alla gestione della richiesta effettuata.

Ai sensi del GDPR, Le è attribuito l’esercizio di specifici diritti, tra cui, alle condizioni indicate nel GDPR, quello di accedere ai Suoi dati (art. 15), di rettificarli (art. 16), di cancellarli (art. 17), di limitarli (art. 18), nonché il diritto di opporsi al relativo trattamento (art. 21) (4). Tutti i suoi diritti potranno esser esercitati anche mediante la proposizione di un reclamo al Garante per la protezione dei dati personali.

Titolare del trattamento è:

  • TomorrowNews.it con sede in Lungarno del Tempio 54, Firenze, telefono +39-3936121461 – Emailinfo@tomorrownews.it;  

Ultima revisione di questa informativa: ottobre 2020

—————

[1] Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27.04.16 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento di dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la Direttiva 85/46/CE (General Data Protection Regulation)

[2]  Essendo il trattamento dei suoi dati basato sul legittimo interesse di cui all’art. 6 par. 1 lett. f), non sussistono i presupposti per l’esercizio del diritto alla portabilità di cui all’art. 20 del GDPR