14.7 C
Roma
domenica 1 Novembre 2020
- Advertisement -

L’identità dei sostenitori di Donald Trump: chi sono e che cosa vogliono?

Di Valeria La Ferrara

La formazione dell’identità di un personaggio politico non si può ritenere completa senza quella dei suoi elettori. I sostenitori di un concorrente alle elezioni contribuiscono, soprattutto durante la campagna elettorale, a definire e a plasmare l’identità stessa del candidato.

Chi sono quindi gli elettori di Trump? Con l’aiuto di un’intervista pubblicata su “Usa Today Network”, intitolata “Trump Nation[1], possiamo cercare di comprendere le motivazioni che spingono gli elettori statunitensi a sostenere Trump.

I soggetti intervistati sono di diversa età e di diversa occupazione lavorativa. Possiamo notare che, nonostante tali differenze, vi siano comunque due linee di pensiero e motivazioni condivise: la necessità di un cambiamento e un desiderio di onestà. Per fare un esempio, uno degli intervistati, Robert Sobon, carpentiere dell’Illinois, 63 anni, sottolinea con forza il suo desiderio di rinnovamento: “I’m supporting Trump beacuse I’m all for change and he’s a Republican candidate. I’m excited, I’m ready for change. I’m tired of the Democrats”. Ancora, Craig Maffet, 47 anni, proprietario di un’azienda, ritrova in Trump la speranza di un ritorno all’unità del paese: “[…] a need to return to a nationalism feeling that brings people together and it promotes unity.”.

Una delle caratteristiche più particolari (e anche dibattute) incarnate dal Repubblicano Trump durante la sua campagna elettorale è la franchezza e i suoi sostenitori sembrano aver accolto tale atteggiamento con un certo entusiasmo, identificandolo come sinonimo di onestà. Essi criticano infatti non solo il modo tradizionale di fare politica, ma anche il linguaggio prettamente politico utilizzato, il quale, a loro avviso, provoca una certa distanza tra i leader politici e gli elettori.

Come sostiene di nuovo il signor Maffet: “[…] he’s not polished, but he says it like it is. He says things that other Americans are afraid to say but they feel in their heart.”. E ancora, la patriottica Sharon Heard, dall’Ohio, sottolinea con più fermezza: “[…] he doesn’t have the political jargon, like if you ask him a question and they go clear around it, he’ll answer it straight on”.

Potremmo quindi dedurre che l’esigenza di un cambiamento e il desiderio di onestà motivano fortemente i sostenitori di Trump. Essi ripongono nel candidato repubblicano tali speranze, che sono invece meno distintive, nella corsa alla presidenza, della sfidante Hilary Clinton, portatrice di una figura politica più tradizionale.

[1] «Trump Nation», Usa Today Network, 2016. http://www.usatoday.com/pages/interactives/trump-nation/#/?_k=17ii9r

Il nuovo accordo UE-Cuba: Political Dialog and Cooperation Agreement (PDCA)

Di Valeria La Ferrara Alla luce dei nuovi sviluppi degli equilibri internazionali, legati alla riapertura delle relazioni diplomatiche con gli Stati Uniti che erano state...

Il Referendum costituzionale in Italia dal punto di vista della stampa francese

Di Valeria La Ferrara Per meglio comprendere una questione politica che interessa il proprio Paese, spesso è utile rivolgere lo sguardo anche al di fuori...

L’identità dei sostenitori di Donald Trump: chi sono e che cosa vogliono?

Di Valeria La Ferrara La formazione dell’identità di un personaggio politico non si può ritenere completa senza quella dei suoi elettori. I sostenitori di un...

Il nuovo accordo UE-Cuba: Political Dialog and Cooperation Agreement (PDCA)

Di Valeria La Ferrara Alla luce dei nuovi sviluppi degli equilibri internazionali, legati alla riapertura delle relazioni diplomatiche con gli Stati Uniti che erano state...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisement -
- Advertisement -

Articoli Correlati

Come funziona l’elezione del Presidente degli Stati Uniti d’America?

Tra pochi giorni, martedì 3 novembre 2020, si terrà l'Electron Day! Ovvero il giorno in cui gli americani saranno chiamati a eleggere, tra le...

Elezioni regionali e referendum: analisi di un voto già annunciato

IL 20 e 21 settembre 2020 si sono svolte le elezioni regionali in Liguria, Toscana, Veneto, Campania, Puglia e Marche. La Toscana...

Cos’è la Convention Citoyenne pour le Climat? Intervista a Dimitri Courant

Dimitri Courant è un ricercatore in Scienze Politiche presso le Università di Losanna e Parigi 8. I suoi lavori si concentrano in particolare sullo...

Donne al potere: il ricambio generazionale con Greta, Carola e Alexandria

  Dall'opulenza alla spot generation: com'è avvenuto il ricambio generazionale Cosa si intende per cambio generazionale? Molti sociologi e antropologi si sono dibattuti su quali fossero...

La Tripartizione dei compiti: una nuova ricetta democratica

Vi siete mai chiesti cosa significhi essere un politico? O meglio, cosa significhi fare il politico? Beh, la risposta è piuttosto semplice. La vita...
- Advertisement -